24 ottobre

Giovedì 24 ottobre 2013

Il Signore Gesù designò altri settantadue e li inviò a due a due davanti a
sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi.

Diceva loro: «La messe è
abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della
messe, perché mandi operai nella sua messe! Andate:
*«Ecco, vi mando come agnelli in mezzo a lupi»*
non portate borsa, né sacca, né sandali e non fermatevi a salutare nessuno
lungo la strada. In qualunque casa entriate, prima dite: “Pace a questa
casa!”. Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui,
altrimenti ritornerà su di voi. Restate in quella casa, mangiando e bevendo
di quello che hanno, perché chi lavora ha diritto alla sua ricompensa. Non
passate da una casa all’altra. Quando entrerete in una città e vi
accoglieranno, mangiate quello che vi sarà offerto, guarite i malati che vi
si trovano, e dite loro: “È vicino a voi il regno di Dio”. Ma quando
entrerete in una città e non vi accoglieranno, uscite sulle sue piazze e
dite: “Anche la polvere della vostra città, che si è attaccata ai nostri
piedi, noi la scuotiamo contro di voi; sappiate però che il regno di Dio è
vicino”. Io vi dico che, in quel giorno, Sòdoma sarà trattata meno
duramente di quella città».
(Luca 10, 3)

A volte pensiamo che il Signore dovrebbe essere un po' più incoraggiante
nell'inviare i discepoli.
Non si tratta di cercare il trionfalismo che si aspettavano gli Ebrei dal
Messia, ma almeno un minimo di sicurezza.
Invece l'unica sicurezza che il Vangelo ci dà è l'Amore di Dio.
E anche questa è una prova della veridicità del Vangelo, quale uomo avrebbe
potuto pensare di fare dei proseliti promettendo loro difficoltà e
ingiustizie? Quale fascino poteva avere uno che sarebbe morto in croce
senza neppure tentare di salvarsi?
Eppure sappiamo quanti l'hanno seguito a costo della propria vita e
continuano a farlo.
E' uno dei misteri più grandi: perché ci attrae tanto questo uomo dei
dolori?

Buona giornata!
Francesco

Joomla templates by a4joomla